Il Consiglio Provinciale approva il Piano Triennale dei lavori pubblici: a disposizione 821 milioni di euro per strade, ponti e scuole.

Dettagli della notizia

Opere strategiche e nuovo personale al centro del primo anno di mandato del presidente D’Angelo.

Data:

01 Febbraio 2024

Tempo di lettura:

Teramo, 1 febbraio 2024. Nella giornata di martedì 30 gennaio il Consiglio Provinciale ha approvato, con il bilancio di previsione, il Piano Triennale 2024/2026 dei lavori pubblici: un totale di circa 821 milioni di euro ripartiti tra strade, ponti ed edilizia scolastica di proprietà e pertinenza dell’Ente provinciale.

Per quanto riguarda in particolare gli interventi (manutenzione strade, ponti ed edilizia scolastica) nell’ambito del nuovo documento di programmazione finanziario, il Piano Triennale prevede i seguenti importi:
· 116.672.282 € per l’anno 2024
· 210.586.803 € per l’anno 2025
· 494.344.167 € per l’anno 2026

Il presidente Camillo D’Angelo: “La rete viaria provinciale inizia a vivere una nuova era: siamo intervenuti sui tratti maggiormente ammalorati per ripristinare una corretta e sicura transitabilità. Stiamo lavorando affinché l’attività manutentiva diventi una questione di ordinaria e quotidiana amministrazione, affiancata dagli interventi straordinari. Stiamo progettando opere strategiche come la Val Vomano / Val Fino e il ponte sulla zona industriale tra Pineto e Roseto”.

Tra gli obiettivi prioritari quello di destinare risorse a sufficienza per garantire ed assicurare una costante manutenzione degli edifici scolastici, “abbandonati per troppo tempo dalle passate amministrazioni provinciali, ed oggi bisognose di un’adeguata riqualificazione”, commenta il presidente D’Angelo, “per garantire a tutta la comunità educante la disponibilità di spazi idonei”.

Si punta inoltre a realizzare nuovi poli didattici, le “scuole del futuro”, come le ha definite D’Angelo, primo fra tutti quello tecnico - tecnologico di via San Marino a Teramo, già progettato ed in attesa della rimodulazione dei fondi: “la Provincia di Teramo sta progettando nuovi poli scolastici, dotati di laboratori all’avanguardia, aperti tutto il giorno anche alla collettività (per attività culturali, sportive e di spettacolo) e soprattutto competitivi con le altre realtà nazionali ed internazionali”.

Menzione speciale per i nuovi assunti: “saranno 43 le unità di nuovo personale a disposizione dell’Ente provinciale: tra queste, dopo 25 anni, i cantonieri, vere e proprie sentinelle a disposizione delle strade di tutto il territorio, per occuparsi della manutenzione ordinaria di tutto il patrimonio viario provinciale”.

Il Piano è ambizioso - conclude il presidente D’Angelo - e punta a riportare la Provincia di Teramo a contare a livello nazionale ed internazionale, dopo anni di stasi. Il bilancio coincide con il primo anno del mio mandato durante il quale abbiamo lavorato alacremente per restituire prestigio e dignità a questo Ente. L’impegno e lo sforzo sono espressi dai dati di questo bilancio e dall’equilibrio dei conti che ne deriva. Un primo anno più che positivo, una ventata di aria fresca e di ottimismo che non fa altro che confermare la giusta direzione intrapresa”.

Ultimo aggiornamento: 01/02/2024, 11:41