Tu sei qui: Home Sala Stampa Terremoti, maremoti e calamità naturali: fondamentale la prevenzione e la pianificazione delle attività di emergenza.
Azioni sul documento

Terremoti, maremoti e calamità naturali: fondamentale la prevenzione e la pianificazione delle attività di emergenza.

creato da Ufficio Stampa
Info
pubblicato 17/10/2019 12:50

Manifestazione al Parco della Scienza organizzata dalla Prefettura di Teramo.

Attenta e nutrita partecipazione, questa mattina, all'iniziativa organizzata dalla Prefettura - al Parco della Scienza di Teramo -all'interno della "Settimana nazionale della Protezione Civile" e in concomitanza con la "Giornata internazionale per la riduzione dei rischi naturali".

Istituzioni e studenti, insieme, per ribadire la necessità di strutturare in maniera non episodica iniziative finalizzate alla riduzione dei rischi derivanti dalle calamità naturali attraverso attività di informazione, comunicazione e formazione. Introdotta dalla prefetta, Graziella Patrizi, ha visto la partecipazione, fra gli altri, dei rappresentati degli enti locali e della Provincia con il presidente Diego Di Bonaventura e il consigliere delegato alla Protezione Civile, Gennarino Di Lorenzo.

 

Con questo obiettivo, è stato annunciato nel corso del convegno, il Dipartimento di Protezione civile ha siglato un protocollo d'intesa con il Ministero dell'Istruzione per avviare un processo di fomazione permanente a partire dalla scuola e anche per migliorare la collaborazione della Protezione Civile con la comunità scientifica per la prevenzione e la prevenzione dei grandi rischi.

A questo proposito è stato richiamato il cosiddetto "Proteggi Italia", il decreto del Presidente del CDM approvato a febbraio di quest'anno che ha stanziato 1 miliardo e 300 milioni per oltre 6000 interventi.

A livello locale restano fondamenti i Piani di Protezione Civile dei Comuni che devono uscire da un ambito meramente burocratico per diventare strumenti realmente calati sulle esigenze del territorio che va mappato con precisione rispetto a caratteristiche e aree di rischio.

In questa settimana gli studenti hanno avuto modo di visitare le Sale operative della Prefettura, del 118 e del Comando dei Vigili del Fuoco e di incontrare i volontari della Protezione Civile.

Valuta la qualità complessiva di questo articolo. Grazie

3.0
Ricerca
Cerca nei contenuti

Cerca persone e servizi