Tu sei qui: Home Eventi “Angeli in divisa” di Vittorio Il Fenomeno
Azioni sul documento

“Angeli in divisa” di Vittorio Il Fenomeno

È questo il titolo della nuova canzone e video di Vittorio Il Fenomeno che impazza su YouTube e su Facebook da domenica 26 febbraio 2017. Lo showman teramano, insieme alla Fenomeno Band composta dallo stesso Vittorio (organetto e voce), Fabio Di Domenicantonio (batteria), Agostino Piscella (basso), Abramo Maiorani (fisarmonica), Laura Vallati e Cinzia Martella (voci) e la new entry alla chitarra, Ivan Di Matteo – che ha una voce simile a quella di Ivan Graziani – ha saputo, già nel giro di poche ore, emozionare e commuovere gli abruzzesi.

Tipologia
  • Musica
Data
http://provincia.teramo.it/eventi/201cangeli-in-divisa201d-di-vittorio-il-fenomeno “Angeli in divisa” di Vittorio Il Fenomeno Dal 01/03/2017 - 11:30 al 07/03/2017 - 12:30
(Europe/Rome / UTC100)
Aggiungi evento al calendario iCal

Il testo della canzone è stato scritto da Giulia D’Amore con la collaborazione del papà Antonio, mentre il video è stato realizzato da Claudio Di Giuliantonio di Prodeo in Piazza Orsini a Teramo e registrato negli studi di Faremusika, il tutto con l’affettuosa partecipazione del piccolo Andrea Il Fenomenino (nipote di Vittorio) e di Cristian Magno, volontario della Protezione Civile.

Il progetto – spiega vittorio - è nato quasi per caso, a seguito di una telefonata che ho ricevuto da Leo Nodari, presidente di Samarcanda Cultura Eventi, che voleva propormi un libro sulla mia carriera musicale, dagli esordi fino ad oggi, attraverso la penna del direttore di Certa Stampa, Antonio D’Amore. Quando, poi, ci siamo incontrati, oltre al libro, che è in fase di realizzazione, ho chiesto allo stesso Antonio di scrivere un brano riguardante le tragedie che purtroppo hanno e stanno devastando il nostro territorio dal mese di gennaio. E così abbiamo iniziato a lavorarci da subito, notte e giorno, fino a che non sono arrivati gli Angeli in divisa”.

Per la prima volta Vittorio ha creato un brano al di fuori dal classico schema folcloristico. “Le immagini che si sono susseguite in questo lungo periodo mi hanno molto toccato da vicino e mi hanno impressionato, soprattutto il lavoro dei soccorritori che, in situazioni estreme, hanno salvato vite umane. Il pezzo, infatti, è dedicato proprio a loro e a tutti gli abruzzesi che vivono ancora in situazioni di disagio”.

Insomma, un vero e proprio lavoro di squadra, fatto con passione ed amore per l’Abruzzo che speriamo, quanto prima, torni a rialzarsi e ad essere forte.

archiviato sotto:
Ricerca
Cerca nei contenuti

Cerca persone e servizi