Tu sei qui: Home Agenzia Giovani Formazione e studio Scuole a Teramo Ordinamenti
Azioni sul documento

Ordinamenti Scolastici

creato da agenziagiovani
Info
ultima modifica 25/05/2017 11:00

INFANZIA E PRIMO CICLO
Scuola dell'infanzia

La scuola dell'infanzia si rivolge a tutti i bambini italiani e stranieri che che abbiano un'età compresa fra i tre e i cinque anni.
Ha durata triennale e non è obbligatoria
Questo primo segmento del percorso di istruzione concorre all'educazione e allo sviluppo affettivo, psicomotorio, cognitivo, morale, religioso e sociale dei bambini promuovendone le potenzialità di relazione, autonomia, creatività, apprendimento, e ad assicurare un'effettiva eguaglianza delle opportunità educative.
Riferimento normativo: D.L. 59/2004

PRIMO CICLO

Il primo ciclo di istruzione si articola in due percorsi scolastici consecutivi e obbligatori:

  • La scuola primaria, della durata di cinque anni;
  • La scuola secondaria di primo grado, della durata di tre anni.


La SCUOLA PRIMARIA, nel rispetto delle diversità individuali, promuove: 

  • lo sviluppo della personalità;
  • permette di acquisire e sviluppare le conoscenze e le abilità di base fino alle prime sistemazioni logico-critiche;
  • favorisce l'apprendimento dei mezzi espressivi, inclusa l'alfabetizzazione in almeno una lingua dell'Unione europea (inglese) oltre alla lingua italiana;
  • pone le basi per l'utilizzazione di metodologie scientifiche nello studio del mondo naturale, dei suoi fenomeni e delle sue leggi;
  • valorizza le capacità relazionali e di orientamento nello spazio e nel tempo;
  • educa i giovani cittadini ai principi fondamentali della convivenza civile.

La frequenza alla scuola primaria è obbligatoria per tutti i ragazzi italiani e stranieri che abbiano compiuto sei anni di età entro il 31 agosto. L'iscrizione è facoltativa per chi compie sei anni entro il 30 aprile dell'anno successivo.

Riferimento normativo: Legge 53/2003

La SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO, attraverso le discipline:

  • è finalizzata alla crescita delle capacità autonome di studio e di interazione sociale;
  • organizza ed accresce, anche attraverso l'alfabetizzazione e l'approfondimento nelle tecnologie informatiche, le conoscenze e le abilità, anche in relazione alla tradizione culturale e alla evoluzione sociale, culturale e scientifica della realtà contemporanea;
  • sviluppa progressivamente le competenze e le capacità di scelta corrispondenti alle attitudini e vocazioni degli allievi;
  • fornisce strumenti adeguati alla prosecuzione delle attività di istruzione e formazione;
  • introduce lo studio di una seconda lingua dell'Unione europea;
  • aiuta ad orientarsi per la successiva scelta di istruzione e formazione.

La frequenza alla scuola secondaria di primo grado è obbligatoria per tutti i ragazzi italiani e stranieri che abbiano concluso il percorso della scuola primaria.
Il primo ciclo di istruzione si conclude con un esame di Stato, il cui superamento costituisce titolo di accesso al secondo ciclo.

SECONDO CICLO


Al secondo ciclo di istruzione si accede all'età di 14 anni, dopo il superamento dell'esame di Stato conclusivo del primo ciclo.
Dall'anno scolastico 2008-2009 è previsto l'avvio del secondo ciclo riformato. Attualmente esso funziona secondo il precedente ordinamento.
Questo segmento dell'istruzione è articolato in percorsi formativi differenziati e di diversa durata, denominati sinteticamente Scuola secondaria di secondo grado e distinti in:

  • Licei
  • Licei artistici e istituti d'arte
  • Istituti tecnici
  • Istituti professionali

La durata del corso di studi nei licei e negli istituti tecnici è di cinque anni, al termine dei quali e attraverso un esame di Stato si consegue un diploma di valore legale.

Nel solo liceo artistico il ciclo di istruzione si completa in quattro anni. Per gli studenti che, da questo tipo di scuola, intendano proseguire gli studi presso le Università o l'Alta Formazione artistica, musicale e coreutica è prevista la frequenza obbligatoria di un anno integrativo.

Negli istituti professionali il corso di studi è articolato in un triennio più un biennio. Al superamento degli esami dopo il terzo anno, si consegue una qualifica che costituisce titolo per l'ingresso nel mondo del lavoro. E' facoltà dell'alunno completare il ciclo di istruzione con la frequenza del quarto e quinto anno. Al termine del biennio, previo superamento di un esame di Stato, si consegue un diploma con valore legale.

Per approfondire l'argomento consultare il sito ufficiale del Ministero della Pubbblica Istruzione - www.pubblica.istruzione.it

Valuta la qualità complessiva di questo articolo. Grazie

2.23076923077
Ricerca
Cerca nei contenuti

Cerca persone e servizi